PENSIERO

Crediamo che ogni luogo manifesti come le persone, una energia. Come il geomante e il rabdomante allora captavano e incanalavano queste energie, ora arditamente, consideriamo il paesaggista, il nuovo agopuntore, che individua luoghi strategici, i meridiani del territorio, capaci di liberare energie. Renè Tome nella sua Teoria delle catastrofi parlava di nuclei morfogenetici. Il nostro obiettivo è dare forma a paesaggi, giardini che gli antichi chiamavano le dimore degli dei. 

In particolare i giardini  terapeutici, definiti healing  gardens o therapeutic gardens, sono sicuri alleati contro i diversi mali del nostro tempo come lo stress.

La nostra ambizione è dimostrare come il verde, nelle sue accezioni più ampie, sia una fonte di benessere per cui l’architettura del paesaggio ritorni ad essere una forma di comunicazione tra gli individui e il luogo che li circonda.

Non c’è CURA di un luogo senza CULTURA e COLTURA.

METODO

Il nostro motto è “We must comply with the natural creativeness and one day, maybe we will become nature and we will start to create” (Paul Klee’s Bauhaus students).

I nostri progetti a diverse scale hanno queste parole chiave: comunità (WE), senso di responsabilità (MUST), conoscenza (COMPLAY WITH), creatività (CREATIVENESS), visione del futuro (ONE DAY), valore del tempo (MAYBE), rinnovamento (WILL BECOME), natura (NATURE).

Il nostro team è interdisciplinare e coinvolge figure professionali, quali il botanico, il forestale, l’agronomo, l’ingegnere ambientale, il medico, il neuropsichiatra, il chimico, il biotecnologo, il sociologo, l’esperto in comunicazione e l’economista.

E’ la contaminazione fra questi ambiti e ruoli che può aiutare a realizzare un ambiente a misura d’uomo.

La nostra più grande soddisfazione è quando chi frequenta i nostri progetti realizzati ci dice:” Qui mi sento a casa!” come il piccolo Knut nel racconto norvegese di Tarji Vesaas L’ultimo a rincasare.

#PAESAGGIOcomeCURA

L’obiettivo è accrescere la consapevolezza che il PAESAGGIO ha un VALORE ECOLOGICO se si integra con altri valori: CULTURALE, SOCIALE, AMBIENTALE ed ECONOMICO.

L’idea di un giardino curativo nasce da una diversa relazione tra l’uomo e l’ambiente e da una mutata concezione di salute perché l’abitare non è neutro, produce stress o relax.

Progettare spazi di lavoro green significa considerare prioritaria la salute e il benessere dei dipendenti: il biophilic design è una scelta culturale e di attenzione al welfare.

PREMI

2014 Spazi Creativi Cernobbio

Concorso internazionale spazi creativi 2014 Menzione speciale “un tempo pensato per sognare” | cernobbio (co) with maria grazia rocchetti

Alma Mater Bologna

Gara complesso di edifici da destinare a residenze universitarie relativi servizi e sede dipartimentale nel comparto bertalia-lazzaretto, alma mater studiorum università di bologna 2018 Secondo classificato | Bologna With BMS progetti S.r.l.

Teatro Comunale e Parco Pubblico Comune di Albignasego

Concorso di progettazione teatro comunale e parco pubblico comune di albignasego 2018 Terzo classificato | albignasego (pd) with didonè comacchio architects

Tram Palermo

Concorso internazionale di progettazione, con procedura aperta, per la progettazione del “Sistema Tram Palermo – fase II” progetto generale e progetto i° stralcio |2018 Terzo classificato | Palermo With BMS progetti S.r.l.

Nido d’Infanzia Guastalla

Medaglia d’oro dell’architettura – paesaggi e spazi urbani – Nido d’Infanzia Guastalla 2018 Finalista

Rosignano Marittimo

Concorso di progettazione a procedura aperta in unico grado per la realizzazione del nuovo plesso scolastico delle frazioni collinari 2019 Progetto vincitore | Rosignano Marittimo (LI) With LDA. iMda Ar chitects on going

Ex Caserma Perotti

Concorso di progettazione in due gradi per la “realizzazione della nuova sede provinciale bologna 2 e centro archivistico sovraregionale dell’agenzia delle entrate presso l’ex caserma perotti” 2020 Progetto vincitore | Bologna With ArchLiving S.r.l.

Nodo Termini e Piazza dei Cinquecento

Concorso di progettazione in due gradi per la “riqualificazione urbanistica e funzionale del nodo Termini e Piazza dei Cinquecento” 2021 Terzo classificato | Roma with Studio Vosa & Napolano Architetti

nuovo centro direzionale della regione siciliana

  • Concorso internazionale di progettazione in due gradi per il “nuovo centro direzionale della regione siciliana” 2021 Secondo classificato | Palermo with Rudi Ricciotti Architecte, Peluffo&Part ners Architettura S.r.l.